Generatore di Nomi per Brand

Genera idee per il tuo nome, qui sotto.

Crea un sito web professionale oggi stesso!

Il creatore di siti web GoDaddy ti permette di creare e personalizzare il tuo sito con gli strumenti trascina & rilascia.

Impara di Più Inizia GratisNessuna Carta di Credito Richiesta

Nomi speciali per avviare la tua attività

Creati da esperti del branding e designer professionisti.

Writer Ashley

Ashley S.
Specialista di Branding & Marketing

Come trovare il Nome per un Brand

Hey, sono Ashley (Esperta di Branding) e ti mostrerò come trovare un nome perfetto per  il tuo brand!

Trovare il nome per un brand richiede molto più di un idea brillante. In quest’articolo analizzeremo tutto: dagli Obiettivi del Brand ai Target di Mercato, il Posizionamento del Brand desiderato e come gli Interessi Demografici influenzano il processo di scelta del nome. Analizzeremo cosa serve per costruire un buon brand, osservando alcuni dei migliori esempi di marchi, faremo Brainstorming e ti daremo ispirazione per il tuo nome.

Decidere il nome di un brand richiede un discreto numero di ricerche. Non deve solamente essere collegato al prodotto ma contenere anche un significato più profondo che catturi la quintessenza dell’azienda; deve identificarsi con il messaggio complessivo di quest’ultima e deve essere facilmente memorizzabile. Quando le persone vedono il marchio, esso dovrebbe essere facilmente ricoonoscibile e scatenare una risposta emotiva positiva.

Tratti essenziali che il nome di un brand dovrebbe possedere:

  • Essere unico e spiccare tra i concorrenti;
  • Essere semplice da pronunciare, ricordare e identificare.
  • Dovrebbe in qualche modo relazionarsi al prodotto, offrendo un’idea sullo scopo, i benefici e la qualità dei prodotti dell’azienda.

Nel creare il nome per il tuo brand devi anche tenere in considerazione come quest’ultimo si traduce in altre lingue. Si può tradurre correttamente e in che modo cambia il suo significato?

Business Name Generator

Come chiamare un brand

Quando è ora di dare un nome al tuo brand, devi pensare a molte più cose che solo al nome. Prendi in considerazione i tuoi obiettivi di brand, i target di mercato. Quali sono i tuoi competitor di successo e come puoi fare meglio di loro?

  1. Inizia con il creare una lista di parole legate all’idea complessiva che vorresti dare al brand. Di queste parole considera le connotazioni e le implicazioni per ognuna di loro. Si addicono al tuo scopo? Ci sono altre parole, sinonimi o contrari che potrebbero funzionare meglio?
  2. Quando hai ottenuto una lista esaustiva di parole, elimina quelle che potenzialmente potrebbero assumere una connotazione negativa. Toglio poi le parole insolite, difficili da pronunciare.
  3. Scegli poi le tue preferite e crea un’ampia lista di idee per il nome.
  4. Analizza la lista tenendo sempre a mente gli obiettivi del tuo brand. Sii deciso nell’eliminare parole dalla lista ed assicurati che tutti i nomi siano permessi legalmente, siano unici e procurati tutti gli strumenti social e domini rilevanti.
  5. Vorrai ora scoprire cosa pensano le persone dei nomi restanti. La ricerca sui consumatori sarà d’immenso aiuto raggiunto questo punto.
  6. Considera inoltre come il brand verrà visualizzato, che strategie di marketing puoi adottare per raggiungere i tuoi obiettivi e come tutto ciò si accorda con il nome.
  7. Ripeti questo processo finchè non avrai trovato un nome che ti convince, potrebbero volerci settimane o alcune ore. Non avere fretta, chiedi opinioni e quando sarai pronto potrai registrare il nome.
Business Name Generator

CONSIGLI PER TROVARE UN NOME AL TUO BRAND

Un ottimo brand dovrebbe essere pertinente, accattivante, unico e ispirante. Dovrebbe contenere attributi e associazioni che creano l’identità del tuo brand.

1. Cosa crea il tuo brand?

I brand funzionano come promesse. Sono assicurazioni che i prodotti realizzati da quell’azienda saranno come da aspettative. È una promessa di qualità e design, molto più di un semplice prodotto.

Un brand funziona attraverso associazioni che comunicano diversi tipi di caratteristiche. “Le persone utilizzano i marchi per categorizzare le loro scelte”.[1] Un brand forte è in grado di rendere le persone conscie di cosa rappresenta l’azienda e quali sono le sue offerte. Nel tempo un brand rende il processo di decisione negli acquisti più facile per i clienti, semplificando il processo di acquisto.

“Un brand è costruito sul tempo, dalle impressioni che uno ha dell’azienda, dei suoi prodotti o servizi, ed è confermato (o distrutto) dalle esperienze.”[1]

In un sondaggio è stato scoperto che “più del 50% dei partecipanti al sondaggio scelgono i prodotti e servizi di un determinato brand.”[1].

This idea of the brand is built up around a web of associations portrayed to the consumer. For example, many consumers are swayed by the ethical implications of purchasing from a particular brand. A brand that is known to use child labor in the production of their goods, no matter if their products are cheaper, will suffer against a brand with a clearly outlined ethical manufacturing process.

The brand is the face, the portrayed personality of a business, and a good brand is something that the consumer will connect with on an emotional level.

2. Considera il posizionamento del tuo Brand

Il posizionamento del brand ha un ruolo chiave nella tua strategia di marketing. Devi costantemente tenere conto dei bisogni e desideri dei clienti “in modo da creare un brand competitivo.” [1]

Nell’attuale mercato al dettaglio, i clienti sono sommersi da brand e prodotti,”[1] quindi assicurarti di aver identificato la tua nicchia, e delineato le somiglianze e differenze tra te e i tuoi competitori, è di vitale importanza se vuoi distinguerti e affermarti tra la folla e sviluppare fedeltà per il tuo brand. Un posizionamento intelligente ti permetterà di raggiungere attivamente il tuo target di mercato ed ottenere credibilità.

Pensa alla nicchia che hai scelto e quali sono i trend del momento. Rifletti poi su tutte le associazioni che ne derivano. Ad esempio, per la nicchia del cibo ecologico potresti pensare a cibi salutare e ricette. Chiediti, quali sono gli interessi del mio target di mercato? Ed attualmente in quali tipi di brand si riconoscono e perchè?

Il marchio Disney è un ottimo esempio di posizionamento. Il loro logo è stato sottoposto a numerose modifiche, tuttavia una cosa è rimasta vera per ognuna di loro, sono tutte magnifiche e bizzarre. Riportano alla mente le meravigliose animazioni e fiabe per cui sono ben conosciuti. Questo bizzarro talento artistico è rivolto ai bambini ma la sua definita e unica identità suscita nostalgia anche nelle generazioni più vecchie. Inoltre evidenzia la loro nicchia specifica – l’animazione. Se ad esempio avessero adottato un logo più rigido, basato semplicemente su una tipografia noiosa, avrebbero fatto molta più fatica a raggiungere il target di mercato e suscitare la stessa risposta emotiva nel pubblico.

3. Tieni a mente la tua Identità di Brand

In breve, l’identità di un brand rispecchia ciò in cui un’organizzazione si identifica ed è l’identità costruita tramite associazioni che evidenziano le caratteristiche uniche e le peculiarità del brand. L’identità di brand dovrebbe inoltre essere di facile associazione in quanto è stato scoperto che “lo stimolo mentale legato all’idea di sé può aumentare le probabilità che il cliente effettivamente acquisti quando si tratta di un brand”.[2]

L’identità di un brand rappresenta l’immagine che un’organizzazione vuole assumere nel mercato. Può identificarsi nella loro qualità, o con una causa di beneficienza.

Il brand Descended from Odin, ad esempio, è un piccolo marchio d’abbigliamento che ha costruito la sua identità facendo leva sulla tipica caratteristica associata ai Vichinghi, la loro forza. Questo permette ai loro indumenti sportivi di spiccare in un mercato competitivo ed hanno fondato questa percezione sul loro nome, supportandola con un’intelligente campagna di marketing coinvolgente testimonial di alto profilo. Ben Mudge ne è un esempio, un personal trainer che combattendo la sua battaglia contro la fibrosi cistica è un modello di ispirazione per molti. L’associazione conseguente è quella dell’identità di un brand che lotta in prima linea contro le avversità.

Quando stai pensando all’identità del tuo brand, dovresti considerare varie cose. Dove vorresti arrivare in 5 (o addirittura 10) anni? Considera che l’identità di un brand si riflette non solo nelle campagne di marketing ma anche sul posto di lavoro. Questo ti aiuterà a definire delle linee guida per il tuo tono, il posizionamento e le relazioni.

Considera come puoi rappresentare tutte queste idee in modo tale che l’identità del tuo brand si costruisca attraverso le associazioni, garantendoti sia una luce familiare per il consumatore che una netta distinzione dalla competizione.

Una forte identità dovrebbe condensare tutto ciò che un brand vuoole si percepisca di esso e non solo nel nome ma includendo un logo, un motto e dei colori identificativi e registrati.

4. Progetta l’Immagine del Brand

L’immagine del brand risiede nei consumatori, è la loro percezione del brand e cosa loro rappresenta. Per questo l’immagine di un brand si costruisce non solo su di un nome o un logo. I tre principali aspetti da valutare nel realizzare l’immagine del brand sono:

  1. il Logo
  2. uno Slogan che delinei brevemente i punti forti del brand
  3. Identità visiva: dovrebbe essere interessante, coinvolgente, esclusiva, unica e, soprattutto, coerente in tutte le strategie di marketing adottate per affermare la propria immagine.

Un brand dovrebbe essere facilmente riconoscibile attraverso questi tre punti, e i suoi valori, il suo posizionamento e la sua identità dovrebbero essere impliciti.

“Le caratteristiche del Brand facilmente riconoscibili ma che non veicolano i suoi benefici funzionali e simbolici, o non forniscono gratificazione estetica, non riescono a sfruttare completamente il loro potenziale.”[3] Il succo del discorso è che una forte immagine di brand deve andare di pari passo con il suo scopo. L’immagine di un brand dovrebbe rendere facile per i consumatori associare i brand alla soluzione di un problema. L’immagine di un brand è quell’associazione istantanea che le persone fanno con uno stimolo visivo.

L’immagine di brand per Disney, ad esempio, riguarda il divertimento ma ha anche un eredità. L’immagine di brand per Apple riguarda i suoi prodotti unici ed innovativi.

5. Definisci la Personalità del tuo Brand

La personalità del brand è il tono di voce, il volto umano, l’associazione antropomorfica che stimola una risposta emotiva. “Creare attaccamento emotivo al brand è un problemca chiave nel mondo del marketing odierno. Un modo per fare questo è far combaciare la personalità del brand con quella del cliente.”[4]

Dyson, ad esempio, utilizza un approccio innovativoo, scientifico, intelligente, nel creare e produrre aspirapolveri. Attraverso il loro branding, rendono pieno di personalità ed eleganza un oggetto di uso quotidiano altrimenti monotono, e noi come consumatori lo adoriamo.

Henry Hoovers è un altro esempio di produttore di aspirapolveri. Hanno dato ai loro prodotti un nome di persona, letteralmente donando loro un volto umano. Questo permette alle persone di creare un profondo legame con il brand. L’associazione umana permette al marchio di essere ricordato e di nuovo rende divertente un oggetto domestico monotono.

La differenza tra l’immagine e la personalità del brand è che la prima riguarda i benefici fisici, tangibili e le associazioni del brand mentre la personalità è maggiormente indicativa della risposta emotiva.

Riferimenti

  1. Chovanová, H.H., Ivanovich A., & Babčanová, D.  (2015) “Impact of Brand on Consumer Behavior” Procedia Economics and Finance, Vol. 34,  pp. 615-621: https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2212567115016767
  2. Escalas, J.E. (2004a), “Imagine yourself in the product: mental simulation, narrative transportation, and persuasion”, Journal of Advertising, Vol. 33 No. 2, pp. 37-48: http://www.jstor.org/stable/4189256
  3. Jeon, J.E., (2017) “The impact of brand concept on brand equity” Pacific Journal of Innovation and Entrepreneurship Vol. 11 No. 2, 2017 pp. 233-245: https://www.emeraldinsight.com/doi/pdfplus/10.1108/APJIE-08-2017-030
  4. Malär, L., Krohmer, H., Hoyer, W.D. and Nyffenegger, B. (2011), “Emotional brand attachment and brand personality: the relative importance of the actual and the ideal self”, Journal of Marketing, Vol. 75 No. 4, pp. 35 – 52:  https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1057740805700954
Business Name Generator

Analisi di Nomi di Brand

Di seguito analizzerò alcuni dei brand più famosi al mondo e ti aiuterò a capire come hanno implementato i consigli e gli step menzionati nella sezione precedente.

Google

È uno dei nomi più importanti là fuori. Il nome deriva da un piccolo errore ortografico sulla parola Googol. Un googol è il secondo numero più grande al mondo: 1 x 10^100. Hanno scelto il nome google perché stavano cercando una parola che potesse rappresentare accuratamente ciò che essenzialmente è la più grande fonte di dati. Dopo aver visto l’errore di “Google”, ne sono rimasti colpiti.

Disney

Prende il nome dal suo fondatore, Walt Disney. È importante notare che il nome Disney è un nome inusuale che spicca come brand. Il suo significato e la sua personalità sono diventati sinonimo di intrattenimento. Negli anni, lo studio ha prodotto animazioni di alta qualità, spingendosi sempre oltre i limiti e sperimentando con la tecnologia, portando la Disney Studios ad essere la prima linea nell’industria dello spettacolo. Il brand ora è una promessa, costruita su un patrimonio e un nome cardine, di qualità, standard elevati e intrattenimento unico.

verizon-businessnamegenerator

Verizon

Verizon è la fusione di due parole, il termine latino “veritas”, che significa verità, e di Horizon. Quest’unione di parole è una potente affermazione per il brand di una società di telecomunicazioni. Orizzonte suggerisce lo spessore e le dimensioni dell’azienda, veritas implica che si tratti di un brand affidabile, risultando elegante grazie al latino. Il risultato è un nome facile da ricordare, completamente unico e molto potente.

Lululemon

I ragazzi della Lululemon hanno voluto fare le cose in un modo diverso quando hanno creato il brand. La loro idea originale era di creare qualcosa che fosse accattivante per il mercato giapponese, risultando difficile da pronunciare in giapponese. Hanno pensato che, siccome il fonema “L” non esiste nell’alfabeto giapponese, il brand sarebbe sembrato chiaramente nord americano, spiccando. È interessante come l’allitterazione sulla L lo renda una parola divertente da dire in inglese, aiutando il brand a guadagnare un solido seguito in Occidente.

Nike

La Nike ha attraversato diverse trasformazioni prima di diventare il marchio che conosciamo oggi, dimostrando quanto possa essere difficile trovare il nome a un brand. In origine, i fondatori Bill Bowerman e Phil Knight volevano chiamare la società “Dimension 6”. Non ha ottenuto il suo nome attuale fino al ’71. Nike è la dea greca della vittoria e puoi immediatamente capire come si addica perfettamente al mondo dello sportwear. È corto, facile da ricordare e, letteralmente, significa vittoria per le persone che lo indossano. Il tick estremamente riconoscibile della Nike, o swoosh, è un tentativo di trasformare il movimento in design.

Amazon Logo

Amazon

Jeff Bezos, nel ‘95, voleva chiamare il suo servizio di consegne Cadabra. Tuttavia, è stato persuaso che sarebbe suonato troppo simile a “cadavere” e quindi, per evitare connotazioni negative, ha optato per Amazon: il più grande fiume al mondo. La ragione per cui è stato scelto questo nome è perché i fiumi, e l’acqua in generale, sono tradizionalmente il metodo più efficiente per il trasporto di beni.

Business Name Generator

Ispirazione per Nomi di Brand

Qui ho pensato alcune idee per nomi di brand per vari settori, così da darti un idea di come funziona il processo.

  • Edge Technologies: A simple name like Edge is easy to remember and has clear connotations in the technology industries. It is a statement of advanced innovative products that have an edge over competitors. However, it’s not entirely unique as there are several high profile products by Samsung – namely the Galaxy Edge – already in the market. A variation of this though could be an interesting place to start.
  • Daemon: This is an interesting word. In Greek mythology it means an inner spirit or guiding force. In technology it is a subprogram is that runs as a background process, rather than being under the direct control of an interactive user. Because of the plurality of meaning it stands out as a name.
  • Paramore: By combining the words parameter and more you are suggesting an ever extending range of possibilities. On top of this a paramour is a loved one, which adds implications of intimacy to the brand identity.
  • Blended Flavours: A straightforward name for a food business. Blended flavours has positive connotations of unique and new flavours.
  • Bubblicious: Combining bubbles and delicious. This would make an interesting name for a fizzy drink company aimed at children. However, the childish nature of the name is limiting in the possibilities down the line.
  • Activate: Active, activate. As a sports goods name this acts as command, seemingly telling people to activate their sporty side. This opens up quite hard line marketing possibilities around the idea of people achieving their goals.
  • Sword and Shield: This would work as a men’s sportswear brand. It reference old weapons that are in our current society romanticised.
    Eros: The roman God of love. For a beauty brand this name would speak directly to the consumers desires.
  • Mi Amor: An extension of the idea of Eros, this translates as My Love. It is possessive and almost comes off as an command. Again as a beauty brand this speaks to the consumers desires.
  • Advocate: An advocate is a friend and supporter. As a clothing brand this implies an interesting message. Are the clothes advocates for you, supporting your fashion sense. Or are you advocates for the brand. By working both ways it subtly involves the consumer with the brand on a deeper level.
Writer Ashley

Ashley S.
Specialista di Branding & Marketing

Cose da ricordare quando scegli un nome per un brand

Abbiamo analizzato le basi e condivisoo idee che possoono esserti utili per la consolidazione del tuo brand. Ricorda che anche se non sei riuscito ad ottenere altro, il nome del tuo brand è costituito da molto più di mere parole. Il nome è semplicemente il punto di partenza. E’ la base su cui costruirai l’identità del tuo brand.

Il nome del tuo marchio deve creare un legame a livello emotivo con il tuo target di clientela. Dovrebbe essere unico, falice da ricordare e allo stesso tempo trasmettere la personalità e il messaggio che c’è dietro al tuo brand.

Cerca di non limitarti con un nome troppo specifico, relazionato ad un singolo prodotto o area, cerca invece di pensare ad associazioni positive. Evita nomi disturbanti, sgradevoli o difficili da pronunciare.

Infine, ricordati di tenere in considerazione come il nome che hai scelto si traduce nelle varie lingue, dal momento che non vuoi che esso ti sia d’ostacolo nel mercato internazionale.

Share your business name ideas
guest
0 Comments