Generatore di Nomi per Prodotti

Genera qui sotto idee per il nome del tuo Prodotto.

Guida Completa per Scegliere il Nome del Prodotto

Un nome perfetto aiuterà ad aumentare le vendite e, oltre a questo, dovrebbe sviluppare ed evolvere il tuo marchio. È un’opportunità di affibiare una descrizione creativa e dinamica che attiri e coinvolga il tuo target e che allo stesso tempo attiri l’attenzione ed evochi una risposta emotiva positiva. Un buon nome di prodotto dovrebbe essere informativo e  in qualche modo riflettere la personalità alle spalle dell’identità del tuo brand.
Tuttavia, un nome semplice non ha molto potenziale di sviluppo per il brand. Ad esempio, un’azienda che produce cioccolata di lusso potrebbe chiamare il loro prodotto qualcosa come, ‘Doppio Fondente’, ma non sarebbe molto più invitante ‘Notte Fondente’?
Resta comunque descrittivo, ma ha una connotazione molto più interessante, implica qualcosa di diverso, misterioso, sensuale anche nel prodotto. Le aziende che operano così e riescono ad essere intriganti e creative con i nomi dei prodotti, troveranno più semplice instillare fedeltà nel cliente.
La nostra guida per nomi di Prodotto ti aiuterà non solo a trovare un nome, ma osserveremo insieme gli Obiettivi del Brand, il Target di Mercato, gli Interessi Demografici, l’Analisi dei Nomi della Concorrenza; faremo insieme Brainstorming e ti aiuteremo a trovare ispirazione per il Nome del tuo Prodotto.

I 10 Migliori Consigli per trovare il Nome del tuo Prodotto

1. Descrivi il prodotto

Il modo più semplice per dare un nome a un prodotto è trovarne uno che descriva accuratamente la sua utilità. Alcune compagnie hanno fatto questo così bene che i nomi da loro inventati sono diventati sinonimo del prodotto stesso. Ad esempio, Scottex. Scottex è stato inventato dalla Kimberly-Clark ed è un loro marchio registrato. Jet Ski ne è un altro esempio, questo nome è effettivamente il marchio registrato ma se non è costruito dalla Kawasaki Heavy Industries, è semplicemente un imbarcazione personale.

2. Rendilo facile da dire e scrivere

Se un prodotto ha un nome complesso sarà difficile trovarlo online. La maggior parte delle volte, le persone non comprano immediatamente i prodotti ma vedono qualcosa, lo prendono in considerazione, fanno ricerche e poi lo comprano. Perciò se non si ricordano come scriverne il nome, non potranno cercare il tuo prodotto online e non questo non verrà acquistato.  In egual modo, se è difficile da pronunciare, faranno fatica a comunicarlo ad altre persone, eliminando così la tua possibilità di crescita tramite il passaparola.

3. Crea una parola composta

Combinare due parole associate al tuo prodotto potrebbe creare un nome composto unico, accattivante e che rappresenta perfettamente il tuo prodotto. Un ottimo esempio ne è la Minipresso della Wacaco, una mini macchina per caffè portatile. Il nome è una combinazione delle parole mini ed espresso.

4. Rendilo Indimenticabile

I nomi lunghi sono difficili da ricordare. Un prodotto di cui tutti dimenticano il nome non venderà mai bene come uno che attira immediatamente l’attenzione delle persone e resta loro in mente. Ci sono alcune tecniche per rendere un nome indimenticabile, utilizzando l’alitterazione. Paypal ne è un ottimo esempio: il suono occlusivo ‘p’ ti rimane in testa. Ci sono molte alternative a Paypal ma, rispetto ad essa, ne ricordi poche di loro. È inoltre un nome descrittivo che ti aiuta a capire cosa offre il servizio, ovvero eseguire pagamenti in un modo semplice.

5. Pensa Metaforicamente

Trovare un nome unico che descriva il tuo prodotto può essere difficile, a meno che tu non abbia un prodotto unico. Pensa a come descriveresti il tuo prodotto metaforicamente. Prendiamo come esempio la Ford Mustang. Il Mustang è un velocissimo cavallo selvatico dell’America occidentale. Dando questo nome al modello di auto, Ford cattura l’essenza di quella parola, associandola al prodotto grazie ad una metafora.

6. Acronimi

Un acronimo potrebbe essere un ottimo metodo per rendere breve e indimenticabile un nome lungo e descrittivo. Devi però stare attento ed assicurarti che l’acronimo non sia impossible da ricordare. Ad esempio, nessuno si ricorderà di un acronimo come RFKFFA. Resta sul corto e preferibilmente fallo suonare divertente, tipo ABBA.

7. Usa un Verbo

Usare un verbo per descrivere il tuo prodotto può aiutare a renderlo indimenticabile come l’iPod touch, o l’iPod Shuffle. I verbi, touch e shuffle, descrivono la USP (l’argomentazione esclusiva di vendita) dei prodotti e li rendono memorabili con facilità.
Puoi anche fare il contrario trasformando il tuo prodotto in un verbo, ad esempio Google (googlare) è diventato il verbo per ‘fare una ricerca su internet’. Questo funziona benissimo con un prodotto il cui nome non ha già un significato. Pensa a Skype o Shazam.

8. Pensa alla riposta emotiva

Un buon nome di un prodotto genererà una risposta emotiva.

Coccolino ad esempio. E’ un marchio commerciale di ammorbidenti ma il nome suggerisce molto di più. Esso crea una risposta emotiva positiva: a molte persone piacciono le coccole ed abbracciare le cose morbide e delicate come i bambini. Presentando come mascotte un orsacchiotto, il marchio lega perfettamente la sua immagine a sensazioni positive, associate al prodotto.

9. Pensa ai tuoi Mercati Target

Chi è il tuo pubblico? Perchè sta comprando il tuo prodotto? Pensa a cosa vorrebbe acquistare il tuo target di mercato. Se stai creando un prodotto tecnologico per una nicchia demografica veramente specifica, probabilmente dovrai trovare un nome intelligente, per essa attraente. Ad esempio, Neospectra è un prodotto per la microspettrometria, ideato per il settore di sviluppo scientifico di grandi aziende. Questo nome è scientifico e legato al tratto caratteristico del prodotto. Questo nome non si addice molto ad un mercato B2C.
Se puoi, cerca di ottenere dei riscontri da potenziali clienti sulle idee per il nome.

10. Fai dei test

Inserisci il nome nel contesto. Con questo intendiamo di vedere come si inserisce nei tuoi cataloghi o sul tuo sito web. Si abbina bene con il tuo branding o sembra stranamente non congruo? Dillo forte in una frase, suona bene? Suona giusto?

Cosa rende Grandioso il Nome di un Prodotto?

Un nome grandioso porta molti vantaggi.

Innanzitutto, il tuo primo interesse è vendere il prodotto. Per capire se il nome del tuo prodotto ti sarà d’aiuto in questo, mettiti nei panni della tua clientela e domanda a te stesso: è un nome che risalta? Se sei differente e hai una USP particolare, vorrai che il tuo prodotto abbia un nome che suoni diverso, prova a concentrarti proprio su ciò che lo rende speciale.

Ti informa su cos’è il prodotto, cosa fa, o su come è collegato al tuo brand o ai tuoi prodotti precedenti? Un cliente ovviamente preferisce acquistare qualcosa quando sa cos’è. Se scegli un nome completamente a caso, dovrai allora fare affidamento sulla tua identità di brand per dare informazioni e convincere le persone a comprare. Se sei una grande azienda che produce auto o computer, come Ford o HP, non avrai molti problemi ma se la tua realtà è piccola ed è la prima impressione sul tuo brand sarà attraverso il prodotto per cui stai cercando il nome, faresti bene a scegliere un nome allettante ed informativo.

Instilla fiducia nel brand? Il tuo brand e i tuoi prodotti dovrebbero lavorare in coppia per promuovere ed affermare la tua identità di brand, consolidando così fiducia e fedeltà necessarie ad aiutare la crescita della tua azienda e le future vendite.

La Differenza tra un Nome Aziendale e un Nome di Prodotto

Il nome aziendale e quello del prodotto dovrebbero lavorare insieme sinergicamente, ovvero aiutarsi a vicenda nel costruire e supportare le loro identità.

Ci sono alcuni esempi interessanti dove questo è stato fatto così efficacemente che il confine tra prodotto e brand è quasi impercettibile. Google ne è un chiaro esempio: il brand, l’azienda, è Google e il loro prodotto principale è Google Chrome. Google però non fa solo Chrome ma offre un’ampia gamma di prodotti: Google Adwords, Gooogle Docs, Google Analytics, Google Maps, Gmail; tutti prodotti sotto l’ala del brand Google.

Tuttavia, ci sono nette differenze tra il nome di un prodotto e quello di un’azienda. Il nome di un prodotto dovrebbe essere informativo, mirato alla vendita del prodotto e allo stesso tempo coerente e di supporto all’identità del brand. Un nome aziendale però è un marchio costruito sulle percezioni,  aspettative ed esperienze del cliente con tutti i prodotti o servizi offerti dal brand.

Google inoltre è un nome corto e brandizzabile. Non ha un reale significato, ma si associa all’idea alla base del marchio: il nome deriva da un googol, che è il secondo numero più grande. Il prodotto Maps, ad esempio, descrive la sua stessa funzione.

Cambiare il Nome di un Prodotto

Mentre svilupperai il tuo prodotto, rilascerai nuove versioni, ecco un paio di strategie base per dare loro un nome. Uno, continuare con lo stesso nome. Nell’industria automobilistica avviene di frequente, la Ford Focus ad esempio è stata reiterata in più versioni. È nata come semplice compatta, ma oggi puoi vederla sfrecciare in molte forme, dalla sportiva alla berlina.

Due, trova un nome completamente diverso per ogni nuova versione. Nintendo Wii ne è un ottimo esempio, insieme ai suoi  predecessori N64 e Gamecube.

Quando i clienti vedono il reiterarsi del nome, si aspettano un prodotto con tratti simili alla versione precedente. Le Ford Focus più recenti presentano i seguenti suffissi: SEL, Titanium, RS, Se Sedan. Ognuno di questi suffissi indica lievi variazioni e differenze fra i prodotti. Il ripetersi del nome è una garanzia di qualità e, oltre a questo, la clientela si aspetta un prodotto con qualità migliorate.

Quando un cliente vede un nuovo nome si aspetta un prodotto completamente nuovo e diverso, con nuove caratteristiche.  Viene percepito come più rischioso di un prodotto di nuova generazione, tuttavia, potrebbe essere più gratificante, ad esempio offrendo una migliore qualità o un’esperienza per l’utente più appagante.
Playstation, ad esempio, sfrutta la continuazione del marchio e le persone si aspettano un prodotto pressapoco uguale ma migliorato, con nuove funzioni. Nintendo, a confronto, ha rilasciato diverse console con diversi nomi. Dà un nome nuovo ad ogni console, e.g. dal N64 alla Wii le persone si aspettavano di trovare un’esperienza totalmente diversa e l’hanno avuta. Il cambio di nome ha dato un drammmatico addio definitivo alle console della generazione precedente.

Ispirazione per il Nome del Prodotto

Inizia su un foglio di carta e crea una lista di parole e idee che ti saltano in testa quando pensi al tuo prodotto e successivamente organizza queste parole e frasi in categorie.

Poi, fai una ricerca su Google. Esplora tra sinonimi, contrari e idiomi interessanti creando una lista di parole e idee rilevanti.

Quando ottieni una lista, prova a combinare parole e idee, seguendo i suggerimenti nella sezione ‘I 10 Migliori Consigli’ di questa guida.

Prova il nostro Generatore di Nomi per generare migliaia di idee per Nomi di Prodotto. Scrivici semplicemente le parole chiave e in automatico genererà migliaia di combinazioni.

Ad esempio, se hai un’azienda che produce attrezzi per il giardinaggio e stai rilasciando una nuova tipologia di soffiatore per foglie, la tua lista dovrebbe iniziare pressapoco così:

Foglia

Soffiatore

Soffiare

Giardino

Giardinaggio

Cortile

Lavoro

Erba

Fiore

Pulito

Semplice

Fogliame

Sfogliare

Sfogliami

Controllare i Marchi Registrati e Come Registrare il Tuo

Quando avrai deciso un nome, vorrai registrare un marchio per esso. Questo dissuaderà le persone dal copiare la tua idea e rubarti la clientela.

La prima cosa da fare è controllare i marchi già esistenti, attraverso una ricerca sul web per verificare che qualcuno non abbia già registrato il tuo nome.

Se sfortunatamente esiste già, opta per la tua seconda migliore idea.

Puoi controllare sul trademark database e registrare il tuo marchio, se libero, con la EUIPO se sei in Europa o la USPTO negli Stati Uniti.

La registrazione del marchio online, con quest’ultima, costa dai 5 ai 5 e normalmente impiegano fino a 6  mesi per darti una risposta; è quindi nei tuoi interessi procedere il prima possibile. Ti chiederanno alcune informazioni come la categoria del prodotto, la data del primo utilizzo e ogni specifico componente progettato che vorresti proteggere.

Se non ti senti sicuro o pensi che il tuo marchio possa venire contestato, puoi contattare anticipatamente un avvocato specializzato per una consulenza.

here
No Thoughts on Generatore di Nomi per Prodotti

Leave a Comment