Generatore di Nomi per Prodotti

Non perdere tempo! Trova la parola giusta grazie al generatore di nomi e idee per prodotti. Gratuito con controllo del dominio in un click.

1. Scegli le parole chiave del nome del prodotto

Creare un elenco di varie parole chiave che meglio descrivono il prodotto e inserirli sopra.

2. Ottieni idee sul nome del prodotto

Ti verranno immediatamente fornite 3500+ idee per un nome di prodotto. Usa i filtri per rendere più facile la ricerca.

3. Seleziona il nome del prodotto

Confronta le migliori opzioni, chiedi un feedback e fai una scelta. Se ti serve, non dimenticare di controllare la disponibilità del dominio.

Quale nome dare a un prodotto?

Per lanciare un nuovo articolo, ed avere successo, un buon progetto di marketing è indispensabile. 

La prima cosa da fare è trovare un nome vincente, che sia in grado di far crescere in breve tempo la popolarità del prodotto.

Il nome quindi, in questo caso, ha un ruolo fondamentale e non c’è molto margine d’errore.

Non hai esperienza in questo campo e non sai da che parte iniziare?

Sei arrivato nel posto giusto, in questa guida scopriremo insieme i trucchi per creare un nome accattivante e originale. Analizzeremo i business più famosi, per capire i loro segreti. Vedremo quali sono gli errori da non fare quando si crea un nome.

Ti sembra un’impresa impossibile?

Ho una bella notizia, in questo compito non saremo soli, il Generatore di Nomi per Prodotti ci aiuterà ad arrivare alla soluzione senza stress e tensioni.

Inoltre ho un piccolo regalo per te, 20 nomi unici per prodotti che puoi utilizzare a tuo piacimento.

20 idee di nomi unici per prodotti

Per aiutarti a prendere confidenza con il mondo dei nomi per prodotti ho creato 20 nomi originali. Ho pensato di inserire nomi per prodotti alimentari, tecnologici, per la casa e per la bellezza. 

  • Biscottissimo
  • Dolcitalia
  • Ciocodrip
  • Sapore Vegano
  • Tofup
  • Echo Tv
  • Phone – Alpha
  • Golden Touch
  • Memohub
  • Utopia
  • Funzione Pulito
  • RiposiAmo
  • Letto Kristina
  • Aspira Più
  • Vanity Divano
  • Lola – Crema Viso
  • Ocean Hair
  • Afrodite – Crema corpo
  • Dreamy
  • Rosarmony

Come usare il Business Name Generator?

Il Generatore di Nomi per prodotti è stato studiato e sviluppato per rendere più semplice il processo del Naming.

Sia che tu sia un esperto di marketing, sia che tu sia un neofita in questo campo potrai trovare un valido aiuto in questo strumento. 

Il Business Name Generator nasce con lo scopo di generare nomi, ma anche di aiutare chi lo usa a sviluppare nuove idee e ad avere la giusta ispirazione.

Per usarlo basta inserire nel software le parole che meglio descrivono il prodotto da immettere sul mercato e cliccare su ‘Genera’.

Il Generatore di Nomi per Prodotti ha una marcia in più perchè permette di cercare nomi specifici per il proprio settore grazie alla presenza dei filtri.

Ma c’è un altro vantaggio: controllare la disponibilità di un dominio associato ad un nome in pochi secondi. Un aspetto molto interessante quando bisogna promuovere un prodotto o un’azienda.

Come creare un nome per un prodotto?

Hai creato il prodotto perfetto, ora ha bisogno di un nome che lo rappresenti al meglio. Non è sicuramente un aspetto da prendere sotto gamba e preparati a dover dedicare abbastanza tempo a questo compito. 

Il lato positivo è che il tuo lavoro e la tua fatica verranno ripagati, quando il nome del prodotto diventerà parte del tuo successo.

Lo so, scegliere un nome crea un po’ di tensione ed ansia, tuttavia se seguirai gli step che ti elencherò in questo paragrafo, sono certa che troverai la soluzione migliore per il tuo prodotto.

1. BRAINSTORMING

Il brainstorming può essere davvero divertente. Lascia che la tua mente vaghi da un’idea all’altra, scrivi le tue idee su un foglio.

Pensa al tuo prodotto, alla sua storia, a come stravolgerà le abitudini di vita delle persone, immagina come cambierà nel tempo.

In questa fase è importante avere un atteggiamento positivo, propositivo e creativo.

2. PAROLE DA ASSOCIARE AL PRODOTTO

Nella prima fase avrai scritto un sacco di idee, ora è arrivato il momento di raccoglierle e creare una lista di parole che rappresentano i concetti che ti sei segnato precedentemente.

Ecco alcune parole che io ho utilizzato durante la mia ricerca dei 20 nomi:

  • Gustoso;
  • Saziante;
  • Leggero;
  • Nutriente;
  • Vegano;
  • Dolce;
  • Salato;
  • Snack.
  • Innovativo;
  • Famiglia;
  • Tempo libero;
  • Luminosità;
  • Precisione;
  • Memoria;
  • Tecnologia;
  • Armonia;
  • Pulizia;
  • Profumo.

Ti suggerisco di inserire parole che descrivono in maniera precisa le caratteristiche del tuo prodotto. 

Hai creato un nuovo dolce, sano e nutriente per i bambini? Devi trovare il modo di sfruttare il nome per far passare questo messaggio.

Sei riuscito ad utilizzare o a sviluppare una nuova tecnologia? Racconta come funziona e come migliorerà la vita delle persone attraverso il nome.

 3. IL GENERATORE DI NOMI PER PRODOTTI

Ora sei pronto a utilizzare il generatore di nomi per prodotti. 

Inserisci le parole della lista e osserva i nomi creati.

Alcuni ti piaceranno così come vengono generati, altri potrebbero avere bisogno di qualche modifica.

Utilizza la funzione ‘Lista dei preferiti’ per salvare i nomi che ti interessano o, se ami carta e penna, scrivi il tuo elenco di nomi su un foglio.

4. SELEZIONARE I NOMI MIGLIORI

Ora che la lista è pronta devi selezionare i nomi migliori, e magari lavorarci un po’ su.

I nomi dei prodotti nella maggior parte dei casi sono formati da una sola parola, quindi l’impresa di trovare il nome perfetto è un po’ più complessa.

Personalmente ti suggerisco di puntare su parole accattivanti per rappresentare il tuo prodotto. Un buon trucco per dire delle cose utilizzando solo un vocabolo è unire 2-3 keyword insieme per creare un nome innovativo ed originale. 

Un altro dettaglio da tenere in considerazione è la musicalità del nome. Un nome che suona bene è più semplice da ricordare e da utilizzare all’interno di slogan e campagne pubblicitarie.

Come escludere un nome della lista in pochi secondi?

La fase della selezione dei nomi migliori, a mio parere, è la più complessa. Un modo semplice per accorciare la lista è cancellare tutti i nomi il cui dominio non è disponibile.

Utilizza la sezione ‘Verifica del dominio’ per controllare se il dominio associato ad un nome è libero e decidere se un nome deve rimanere o meno nell’elenco.

5. SONDAGGIO

Una volta che hai a tua disposizione una lista ridotta di nomi devi vedere come reagisce il pubblico.

Nel caso di prodotti è consigliabile intervistare un campione di persone piuttosto consistente. Come fare?

Se tu o la tua azienda avete profili social ben avviati, puoi sviluppare un sondaggio sui tuoi canali. Se non sai come fare, consulta l’articolo ‘Come fare sondaggi su Facebook’.

Se hai pochi follower puoi sempre utilizzare Facebook, iscrivendosi a gruppi con un elevato numero di persone. Cerca gruppi che siano affini al prodotto che vuoi lanciare sul mercato.

A questo punto realizza un sondaggio con google survey e chiedi agli iscritti di dare una loro opinione.

Se non hai un profilo social, puoi inviare una mail chiedendo alle persone di rispondere al sondaggio da te creato. Può essere una buona occasione per iniziare a sponsorizzare il tuo nuovo prodotto.

Gli errori da evitare quando si crea un nome per un prodotto

Cosa non fare durante la creazione di un nome?

Ecco la lista degli errori più comuni:

1. Scegliere un nome che non rappresenta il prodotto. 

Ad esempio hai realizzato un prodotto capace di creare il ghiaccio in pochi minuti? Se lo chiami Mr. Michele, in ricordo di un parente che ti ha ispirato, non ne trarrai alcun beneficio. Molto meglio optare per Mr.Ice!

2. Creare un nome difficile da scrivere

Ti ho suggerito di utilizzare una sola parola per il tuo nuovo prodotto e per farlo una buona strategia è unire due termini. Il nome che ne deriva deve essere però facile da scrivere e anche da pronunciare.

3. Cambiare un nome che ci piace, per crearne uno nuovo

Un NO perentorio a piccole modifiche di un nome conosciuto per realizzarne uno nuovo. I clienti devono fidarsi della tua azienda e della qualità del tuo prodotto, un nome simile ad un altro in questo caso è sinonimo di poca professionalità.

4. Seguire le tendenze del momento

Il nome di un prodotto, per essere considerato buono, deve essere immortale. Una trappola in cui è facile cadere è seguire la moda del momento per creare un nome. 

Ad esempio, in questo periodo il mondo dei prodotti per le bambine ruota intorno agli unicorni. Scegliere un nome in base a questo è sbagliato, magari tra qualche anno andranno di moda le farfalle. Il nome del tuo prodotto a quel punto perderebbe la sua forza, diventando meno accattivante.

5. Non considerare il target di persone a cui ci si rivolge

Il nome del tuo prodotto non lo crei per la tua azienda o per te stesso, ma per le persone che acquistano il prodotto. Può capitare di dare un nome utilizzando le proprie esperienze personali, i propri gusti o addirittura il proprio nome.

Questa strategia non è del tutto sbagliata, ma bisogna fare attenzione a non dimenticare quale immagine vogliamo trasmettere attraverso il nome del prodotto.

Esempi di grandi nomi di prodotti

Pan di stelle

Tra i biscotti più amati sia dai bambini che dagli adulti. Non sappiamo se sia nato prima il nome o l’idea di creare un biscotto con le stelle, in ogni caso la combinazione si è rivelata perfetta. 

Perchè il nome funziona?

Seppure è composto da più parole, il nome rimane breve anche se non adatto ad un mercato internazionale. Difficilmente troverete infatti, questo prodotto all’estero.

Riesce a creare una sensazione di magia, ricordando allo stesso tempo che si tratta di un prodotto alimentare.

Chupa Chups

In questo caso il nome dell’azienda è anche lo stesso del famoso lecca lecca. Il nome è stato creato pensando al verbo ciucciare, che in spagnolo si dice ‘chupar’.

Perchè il nome funziona?

Il punto forte di questo nome è il suono. L’uso intelligente dell’allitterazione ha creato un nome unico e indimenticabile.

Ipad

L’Ipad è il tablet della famosa marca Apple. Uno dei prodotti più apprezzati e acquistati fino dalla sua prima uscita. Pad perchè si tratta di un oggetto piatto, ma da dove deriva la famosa ‘I’? Secondo l’azienda rappresenta il cuore pulsante dell’azienda, ossia Innovazione e Individualità.

Perchè il nome funziona?

Apple anche questa volta ha trovato una soluzione vincente, nome corto che associa il prodotto all’azienda. Facile da scrivere e pronunciare.

Alexa

Alexa è la più famosa intelligenza artificiale per uso quotidiano. Il nome è ispirato alla biblioteca di Alessandria. Alexa infatti, ha come obiettivo quello di raccogliere la conoscenza e renderla fruibile a tutti.

Perchè il nome funziona?

La scelta di dare un nome di persona all’intelligenza artificiale è sicuramente un’ottima strategia di marketing. Alexa è uno strumento che entra nelle case delle famiglie e il nome scelto crea un rapporto diretto tra la tecnologia e chi l’acquista.

Amazon Kindle

L’e-reader più famoso del mercato prende il suo nome dal verbo inglese kindle, che significa accendere. Il dispositivo è stato creato per leggere libri in ogni momento e in ogni luogo. Un modo per ‘accendere’ la conoscenza e muovere un’emozione.

Perchè il nome funziona?

Breve, innovativo e diretto.

Cosa ci insegnano i nomi di prodotti famosi?

Prima di scegliere un nome per un prodotto è consigliabile spiare i nomi più famosi, per imparare qualche trucchetto e capire la storia del nome.

Guardando questi prodotti famosi ad esempio, abbiamo imparato diverse regole del marketing:

  • E’ preferibile scegliere nomi brevi e semplici;
  • Un nome di successo può essere creato pensando a come un prodotto può migliorare la vita delle persone;
  • Le allitterazioni servono a rendere un nome più orecchiabile e facile da ricordare;
  • Nomi in grado di suscitare un’emozione sono da preferire a nomi freddi e impersonali. 

Domande frequenti (FAQ)

Per trovare un giusto nome per un prodotto bisogna pensare alle sue caratteristiche e a come esaltarle attraverso il nome. I nomi brevi, meglio se di una sola parola, sono i più gettonati. Bisogna inoltre ideare un nome con un suono piacevole e divertente.

Per creare il nome di un prodotto, senza troppo stress è consigliabile utilizzare il Generatore di nomi per prodotti. Inserendo le parole chiave, che meglio si associano al prodotto, lo strumento crea nomi utilizzando le keyword.

Questo permette di ideare nomi non casuali, originali e in grado di rappresentare al meglio l’articolo da immettere sul mercato.

E’ essenziale assicurarsi la proprietà del nome. In Italia si può registrare il nome presso la Camera di Commercio o in maniera telematica sul sito dell’Ufficio Italiano Deposito Brevetti.

Questa operazione permette di:
  • Proteggere l’identità del prodotto;
  • Evitare che competitor utilizzino un nome simile o uguale per sponsorizzare il proprio brand;
  • Distinguere il proprio prodotto dagli altri;
  • Dare un valore al prodotto. Nel caso qualcuno volesse utilizzare il nome, sarà obbligato a pagare delle royalty.

Autore

Valentina Moratti

Valentina Moratti

Creare articoli utili e interessanti è la mia missione. Lavoro come content writer dal 2015 e mi diverto a generare nomi usando il nostro Business Name Generator

Mostra tutti i post da

Metodologia

Quali sono i passi che facciamo per sostenere le imprese?

  • Chi?
    Abbiamo un team di scrittori esperti:
    Il nostro team di scrittori specializzati è a vostra disposizione per condividere le proprie conoscenze e aiutare le aziende di tutte le dimensioni a decollare.
  • Perché?
    Offriamo contenuti di valore:
    Offriamo più di uno strumento per la generazione di nomi commerciali. Il nostro team di esperti ha la passione e l'esperienza per scrivere guide di supporto, notizie, blog e creare video per aiutarti a lanciare la tua nuova attività.
  • Come?
    Con informazioni accurate:
    Il nostro team editoriale verifica ogni informazione e utilizza risorse da enti leader del settore per includere statistiche e raccomandazioni pertinenti e aggiornate. Il nostro team editoriale interno non usa scorciatoie quando scrive testi e non fa affidamento su strumenti di intelligenza artificiale per svolgere il lavoro.
Scopri di più sulle nostre linee guida editoriali.
We use cookies to offer you our service. By using this site, you agree to our: Vedi cookie policy